Emporio - Il Market Solidale

Il “modello Emporio”:

una missione integrata

Gli Empori sono una delle espressioni più innovative ed efficaci della lotta alle povertà in questo tempo di persistente crisi economica e sociale. Questa crisi mondiale ha determinato come conseguenza la perdita di migliaia di posti di lavoro privando di buona parte del reddito tantissime famiglie, incamminate così inesorabilmente verso una condizione di emarginazione, di indigenza, di permanente povertà.

Parallelamente all’aumento delle povertà per effetto della crisi stessa, si è gradatamente affermato e diffuso il modello “Emporio Solidale” come nuova e più adeguata risposta ad una dilagante condizione di fragilità, di indigenza e di emarginazione per migliaia di famiglie che nel periodo ante-crisi, attraverso il loro reddito da lavoro, vivevano in condizioni dignitose.

Cuore del progetto "Emporio" è l’accoglienza e l’ascolto ad opera dei volontari. Da questi incontri nasce una visione ampia e articolata del momento critico che la famiglia sta vivendo, insieme alla impossibilità di fare una regolare spesa quotidiana.

A tutt’oggi gli Empori in Italia sono oltre 70.

 

L'Emporio è:

...una prima risposta, in quanto si tratta di un vero e proprio supermercato con scaffali, frigoriferi, cassa, carrelli, promozioni e, soprattutto, i prodotti freschi e secchi come quelli di ogni altro supermercato. In questo modo le famiglie e le persone che entrano nel Progetto percepiscono anche una atmosfera di “normalità” particolarmente importante. 


E' possibile fare la spesa grazie ad una tessera a punti nominale pre-caricata in base al numero di componenti del nucleo famigliare. 
Questo sistema e' stato studiato apposta per permettere di salvaguardare la dignità delle persone grazie all’autonomia ed alla responsabilità nelle “scelte” di acquisto dei prodotti disponibili.


...una puntuale progettazione sociale: gli Empori non solo stanno dando una risposta concreta ed efficiente sul piano alimentare ai bisogni primari delle famiglie in difficoltà, ma, attraverso l’integrazione di competenze, esperienze e sensibilità di tutti i volontari realizzano anche una accoglienza integrata della complessità famigliare, e mettono in atto un servizio di indirizzo attraverso la prestazione di adeguate consulenze e di orientamento in ordine a problematiche sociali, sanitarie, lavorative, legali e fiscali, e ad esigenze scolastiche, collegandosi con tutti i servizi Socio-Assistenziali Pubblici e Privati che tutelano i diritti e la dignità delle persone.

Il raccordo con i Servizi di Comune e Provincia e con le altre realtà del Terzo settore che si occupano di assistenza è funzionale a valutare eventuali sovrapposizioni negli interventi di assistenza alle persone in stato di bisogno. Sono previsti, nella tutela della privacy delle persone, scambi periodici di informazioni per verificare periodicamente i requisiti di accesso ai servizi e stabilire percorsi di sostegno più mirati.

...un progetto di città. Ha cosi' confermato l’importanza della sinergia di tutte le risorse della nostra comunità: le istituzioni con in primo piano il sostegno determinante della Fondazione Cariparma, il mondo delle imprese produttive e della grande e piccola distribuzione, Comunità religiose, organizzazioni no profit, associazionismo, mondo del lavoro e della scuola, piccoli e grandi donatori e la cittadinanza tutta.

I volontari impegnati in tutte le attività dell’Emporio (market, accoglienza, food raising, relazioni con il pubblico…) rappresentano la risorsa principale per il progetto.
Lo spirito del progetto favorisce anche la partecipazione attiva dei beneficiari che, diventando soci dell’associazione che gestisce il servizio, possono partecipare alla gestione del market, contribuire al suo sviluppo e rendersi anche corresponsabili degli oneri e delle difficoltà che un progetto come questo prevede.

_DG_5262.jpg_DSC2782.jpg_DSC2797.jpg_DSC2809.jpg_DSC2817.jpg_MG_5236.jpg_MG_5257.jpgCassa2.jpgIMG_0720.jpg


Il Bilancio Sociale 2016

Rete di Empori